L'IMPORTANZA DELLA TARATURA DEGLI STRUMENTI DI MISURA

  • Autore: ROSSI GIORGIO
  • 07 lug, 2017

Cos’è? 

La taratura è il procedimento che consente di definire le caratteristiche metrologiche di uno strumento, cioè la relazione tra il valore della grandezza indicato dallo strumento e quello indicato da un campione di riferimento. Viene svolta per confronto con strumenti campione, aventi caratteristiche adeguate e note, quali: incertezza, scostamento, riproducibilità, ecc. Al termine della taratura viene rilasciato un certificato o un rapporto di taratura, che riporta lo scostamento dello strumento rispetto al valore di riferimento della grandezza misurata e la relativa incertezza.

A cosa serve? 

La taratura consente all’utilizzatore di conoscere l’errore dello strumento tarato e quindi l’idoneità all’impiego per la misura dei propri strumenti/apparecchiature e/o per il controllo dei propri processi.

Dove viene eseguita? 

Preferibilmente è eseguita presso i nostri laboratori, per motivi prettamente tecnici, tuttavia, per ragioni operative, quali ad esempio la difficoltà di fermo impianto o di smontaggio degli strumenti e sensori, può essere eseguita anche presso la sede del cliente, utilizzando apparecchiature campione portatili.

Taratura o calibrazione?

“Taratura” è Il termine corretto per definire l’operazione che determina le caratteristiche metrologiche di uno strumento. Talvolta viene usato impropriamente il termine “calibrazione”, derivante dall'italianizzazione del termine inglese “calibration” (che in realtà si traduce in italiano “taratura”). Con il termine “calibrazione” s’intende invece l’operazione, ove possibile, di regolazione o messa a punto di uno strumento per correggerne l’errore. Il termine inglese che identifica questa operazione è “adjustment”.

Tutti i laboratori di taratura sono uguali? 

No, esistono laboratori accreditati e non accreditati.

ACCREDIA , l'Ente Italiano di Accreditamento, è l’unico organismo nazionale autorizzato dallo Stato a svolgere attività di accreditamento. Tramite audit gestionali e tecnici periodici, Accredia attesta, secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025, la correttezza del sistema di gestione della qualità dei Laboratori o Centri, nonché la competenza tecnica, il mantenimento dei campioni di riferimento, l’esistenza di procedure operative, ecc. per assicurare la capacità di effettuare tarature con la corretta riferibilità metrologica delle misurazioni ai campioni nazionali e internazionali.

Il Centro accreditato LAT (Laboratorio Accreditato di Taratura) diventa così parte del Dipartimento Laboratori di Taratura di ACCREDIA ed è autorizzato ad emettere certificati di taratura LAT per le grandezze, gli strumenti, i campi, le incertezze e le condizioni di misura specificate nell’apposita tabella di accreditamento.
Autore: ROSSI GIORGIO 07 lug, 2017
La taratura è il procedimento che consente di definire le caratteristiche metrologiche di uno strumento, cioè la relazione tra il valore della grandezza indicato dallo strumento e quello indicato da un campione di riferimento. Viene svolta per confronto con strumenti campione, aventi caratteristiche adeguate e note, quali: incertezza, scostamento, riproducibilità, ecc. Al termine della taratura viene rilasciato un certificato o un rapporto di taratura, che riporta lo scostamento dello strumento rispetto al valore di riferimento della grandezza misurata e la relativa incertezza.
Share by: